COMUNICATO STAMPA 26/3/15

I Frati Francescani dell’Immacolata ringraziano sentitamente l’Autorità Giudiziaria e i componenti della Guardia di Finanza di Avellino per la brillante operazione grazie alla quale i beni riferiti all’Istituto potranno essere ricondotti all’uso cui sono destinati: l’assistenza spirituale, le attività caritative e quelle missionarie, nel rispetto del nostro carisma originario.

La quantità e l’identità dei beni sequestrati ci era in gran parte sconosciuta, il che conferma i dubbi sulla trasparenza della loro gestione.

L’azione svolta dalla Autorità Civile esprime e rafforza lo spirito di collaborazione, rivolta a perseguire il bene comune, con l’Autorità Ecclesiastica, ed è di buon auspicio per la concordia della nostra collettività.

Da parte dei Frati Francescani dell’Immacolata sarà offerta la massima collaborazione alle indagini.

Assicuriamo a tutti i nostri generosi benefattori la nostra preghiera e la nostra profonda gratitudine: in questo momento teniamo a rassicurarli del fatto che quanto da essi donato ritroverà la destinazione che li ha motivati.

Qualora alcuni di essi abbiano riferito le loro donazioni ad una particolare figura di Religioso, ricordiamo che noi tutti siamo vincolati al Voto di Povertà individuale e collettivo, per cui i proventi della carità a noi conferita possono lecitamente essere destinati soltanto alle attività svolte dall’Istituto, in conformità con la normativa canonica sui Beni Ecclesiastici.

.-.-.-.-.-.-.-.-

The Franciscan Friars of the Immaculate wish to express their great gratitude to the judicial authorities and to members of the Guardia di Finanza of Avellino for the impressive intervention that has made possible the restoration of the assets linked to the Institute to the use for which they were intended: namely, the spiritual assistance of souls, and charitable and missionary activities, in accordance with our original charism.

The amount and identity of the seized property was largely unknown to us, which confirms our doubts about the transparency of their previous administration.

The intervention of the Civil Authority expresses and reinforces a spirit of cooperation with Ecclesiastical Authority for the purpose of fostering the common good, and is a genuine sign of hope for the whole of our society.

The Franciscan Friars of the Immaculate are determined to cooperate fully with all investigations.

We assure all our generous benefactors of our prayers and our profound gratitude. At this moment we would like to reassure them that what they have donated will be used according to the purpose for which it was given.

If some benefactors have sometimes referred their donations to a particular Religious, we remind them that all the members of our Institute are bound by a vow of poverty, both individual and collective, and that, for this reason, charitable donations are lawfully directed only to activities undertaken by the Institute as such, in accordance with ecclesiastical legislation regarding the goods of the Church.