F.I. IN ARGENTINA

Un nuovo missionario, il filippino Padre Carlo M. Villamor, fa ormai parte della comunità dei Frati Francescani dell’Immacolata presente a Vila Celina, alle porte di Buenos Aires.
I nostri confratelli operano pastoralmente in un quartiere di periferia noto per il degrado sociale e per le povertà emergenti dovute alla consumazione e allo spaccio della droga.
La Parrocchia ad essi affidata è uno strumento di aggregazione tra le diverse componenti che popolano il quartiere costruitosi sull’immigrazione dei Boliviani e Paraguaiani.
La loro vicinanza ai giovani costituisce la migliore prevenzione da ogni forma di dipendenza.
In nome della fede in Cristo e della devozione alla Vergine Maria molti fedeli stanno rispondendo agli sforzi missionari dei nostri frati.
Alcuni ragazzi hanno iniziato un percorso vocazionale e si preparano al Noviziato nel “vicino” Brasile.
Il superiore della missione, Padre Isidro M. Cipres, ha concelebrato più volte con l’allora Monsignor Jorge Bergoglio, prima che l’ultimo Conclave lo eleggesse a Successore di San Pietro.
L’aderenza al piano pastorale di Monsignor Baldomero Carlos Maria Martini vescovo di San Justo integra e fruttifica l’opera dei confratelli in un contesto di “periferia” bisognoso di promozione integrale dell’uomo. Attraverso la preghiera costante, il sacrificio missionario, il ritorno all’essenzialità francescana così reclamato dal Papa, da sempre vicino al nostro Istituto, specie in questo delicato momento del commissariamento, si annuncia oramai una vera e propria primavera argentina.