FRIGENTO: Catechesi mariana con l’arte

Domenica 1 marzo 2015 al santuario Beata Vergine del Buon Consiglio di Frigento (AV), sono state presentate ai fedeli sei nuove tele raffiguanti i misteri mariani.

Mons. Pasquale Cascio, vescovo di Sant’Angelo dei Lombardi (AV) nel corso dell’affollata Santa Messa delle 10:30 ha benedetto le immagini sacre.

Esse occupano le due navate della chiesa e riproducono opere classiche che rappresentano: L’Annunciazione, Lo Sposalizio tra Maria e Giuseppe, la Natività, la Presentazione, l’Assunzione e la Pentecoste.

Il progetto è stato curato dal novello Rettore del santuario, Padre Tarcisio Maria Pascale FI con il generoso contributo di alcune famiglie locali.

La nutrita partecipazione di fedeli all’evento, l’ininterrotto afflusso di pellegrini provenienti anche da zone più lontane e il coinvolgimento materiale della popolazione locale, indica come Frigento rimanga in Irpinia un punto di riferimento nella devozione mariana.

Il santuario fu costruito da un comitato frigentino in seguito al prodigioso ritrovamento dell’icona della Madonna del Buon Consiglio, grazie al sogno del contadino Carmine Capobianco che si adoperò allo scavo fino all’effettivo rinvenimento del 9 maggio 1920 al Piano della Croce.

Le sacre funzioni che si svolgono nel santuario sono ritrasmesse attraverso la Tele Radio Buon Consiglio che raggiunge in questo modo un ben più vasto pubblico virtuale.

Fu nel convento attiguo a questo santuario che nacque il 2 agosto 1970 l’esperienza dei religiosi di Casa Mariana che tentarono di riprodurre il modello della “Città dell’Immacolata” di San Massimiliano Maria Kolbe.

Più tardi, il 23 maggio 1990, la comunità primitiva formò l’Istituto dei Frati Francescani dell’Immacolata che riconoscono in quel luogo e in quel convento considerato “casa madre”, la loro origine storica.

I sacerdoti ivi presenti, oltre alla conduzione liturgico-pastorale e amministrativa del santuario, aiutano attraverso il loro ministero i parroci dei paesi vicini.

I fratelli religiosi, insieme alla conduzione del complesso conventuale si dedicano ad attività tecniche specie per l’apostolato televisivo.

La Casa Mariana di Frigento, già sede di postulandato, noviziato e studentato, rientra in un programma di riqualificazione e rivalorizzazione dell’Istituto condotto dal Commissario Apostolico Padre Fidenzio Volpi.