In memoria del nostro confratello Fra Leonard

Fra Leonard Joseph M. Deocareza in Cielo

Il due agosto scorso si sono tenuti a Liverpool, presso la Chiesa di S. Antonio di Padova, retta dai Frati Minori Conventuali, i funerali di Fra Leonard Joseph M. Deocareza, Frate Francescano dell’Immacolata morto a 43 anni quasi compiuti a Oxford per le conseguenze di un cancro all’esofago.

Fra Leonard Joseph era nato nelle Isole Filippine il 15 ottobre del 1975. Entrato tra i Frati Francescani dell’Immacolata, vi aveva professato i Voti Temporanei il 13 maggio 1997 e quelli Perpetui l’8 settembre del 2000. A partire dal 2000, è stato spesso assegnato alle nostre Comunità in Gran Bretagna, presente sin dalla fondazione dei nostri avamposti in questa Nazione, prestando servizio sia nella Comunità di Lanherne, sia in quella di Stoke on Trent.
Poco prima che quelle Comunità venissero chiuse, Fra Leonard aveva manifestato i sintomi del cancro all’esofago, che lo ha fatto soffrire parecchio. Curato in tutti i modi possibili attraverso, soprattutto, la competenza degli ospedali britannici, ebbe un deciso miglioramento, al punto da chiedere e ottenere di potersi recare in visita alla famiglia, nelle Isole Filippine, nel 2016. In seguito, era stato assegnato alla Comunità di Roma – Boccea, sede dello Studentato Teologico. Ma a Roma Fra Leonard è rimasto poco.

Tornato, infatti, in Gran Bretagna per i controlli di rito, si erano manifestati nuovamente in lui i segni del male e, grazie alla carità dei Frati Minori Conventuali, è rimasto lì per curarsi tra alterne vicende.

In Gran Bretagna è stato circondato dall’affetto e dalle cure sia dei Frati Minori Conventuali, sia di vari amici e benefattori, che avevano avuto modo di conoscerlo e apprezzarlo negli anni ivi trascorsi. A loro ha dato un esempio splendido di sofferenza accettata cristianamente e offerta con amore in unione al Cristo Crocifisso. Ai Confratelli che dall’Italia e dalle Filippine si intrattenevano ogni tanto con lui tramite Facebook riservava sempre un animo ilare, una volontà di non far pesare il carico delle sofferenze, che pure lo tormentava, riuscendo ad ironizzare sugli aspetti più problematici della sua malattia e regalando loro autentiche perle di sapienza cristiana in apparentemente piccoli messaggi di chat o conversazioni telefoniche

Dopo aver potuto riabbracciare i suoi familiari e aver condiviso con loro momenti di gioia e serenità, Fra Leonard Joseph si è involato verso il Cielo a ricevere l’abbraccio dell’Immacolata il 27 luglio scorso.

In rappresentanza dell’Istituto, e su invito del P. Commissario Don Sabino Ardito, hanno partecipato ai suoi funerali P. Rosario M. Sammarco, suo compagno di Professione Perpetua, nonché Guardiano della Casa Mariana dove dimorava in Italia, e Fra Zeno M. Sparks.
P. Ciprian Budau, Custode della Custodia Provinciale «B. Agnello da Pisa» dei Frati Minori Conventuali, a P. Rosario M. Sammarco, che lo ringraziava per l’assistenza prestata a Fra Leonard Joseph, ha detto commosso: «Non è stato un peso per noi stargli vicino. In realtà è lui che in questi mesi ci ha dato e mi ha dato tanto. Sono stato veramente tanto edificato da Fra Leonard, che ha lasciato a me e ai Frati una luminosa testimonianza».
Quasi fosse un loro Confratello, e dimostrando una stupenda quanto cristiana carità, hanno partecipato alle esequie più di una decina di Frati Minori Conventuali, con il loro P. Custode P. Ciprian Budau. Presenti anche i parenti e alcuni amici, ha presieduto la liturgia funebre il Rev. P. Agnellus Murphy, già Francescano dell’Immacolata, grande amico di Fra Leonardo e in passato anche suo Guardiano.

Dopo la S. Messa esequiale, c’è stato il commovente rito della sua sepoltura, avvenuta nel Cimitero di Liverpool, tra i religiosi Minori Conventuali, in una tomba messa a sua disposizione dai Frati e che lui aveva accettato con gratitudine. Povero tra i poveri, senza nulla di suo che non gli fosse stato dato in elemosina, Fra Leonard Joseph è stato così posto quale seme di pianta dai frutti di Cielo in terra di Gran Bretagna.
[In memoria, P. Rosario M. Sammarco, FI]